Skip to content

Ne vale ancora la pena?

dicembre 12, 2006

Quanto siete disposti ad investire per un fallimento? Io ho speso dieci anni. Cazzo quanti sono. E’ una vita. Quasi la metà della mia. Buoni maestri. Un buon curriculum. Unico per uno studente come me. Tutto da buttare nel cesso. Salvo, poi, farmi venire un grande dolore al braccio destro che non so spiegarmi. Il conservatorio Cherubini. Se volevo studiare musica, dovevo andare lì. Per non isolarmi in primo luogo. Per normalizzare il mio percorso, in secondo. Mi sono scontrato con una realtà che non mi piace. Non mi piace e mi sta mano a mano facendo passare la passione per quello che ho sempre voluto fare. Ma quanto sono disposto a spendere per questo? Quanto vale la pena cercare di fare qualche marchetta in giro per le cantine di Pontedera o in giro per Firenze? Le quali, nella migliore delle ipostesi mi porterebbero solo 50€. Dopo, magari una settimana di prove. Cosa significa smettere? Cedere al lato oscuro, oppure la’unica fine decorosa di questo percorso che mi sta facendo dannatamente male? Non lo so. L’interrogativo è aperto. Intanto, questa settimana starò senza conservatorio. Voglio vedere cosa succederà. La cosa brutta è che non mi manca. A chiosa, l’altro giorno ho fatto, come violino di fila, la concertante di Mozart. Non ho provato nessuna emozione. Ne vale ancora la pena?

Annunci

I commenti sono chiusi.