Skip to content

Microsoft Vs. Open Source

gennaio 5, 2007

Non importa quanti cavalli hai, ma quanto bene riesci a scaricarli sul terreno. Questa è la lezione che gli sviluppatori di Unix, ma più in generale, dell’Open Source dovrebbero e apprendere. E in fretta, altrimenti il rischio è quello di essere spazzati via dai prodotti di Bill Gates. A parte le applicazioni server, in generale queste applicazioni sono affette da problemi strutturali:

1. Le distribuzioni Unix privilegiano troppo l’interfaccia testuale rispetto quella grafica. Questo garantisce di avere un sistema operativo molto potente, ma non accessibile a tutti

2. Le applicazioni per l’ufficio sono poco produttive in quanto obsolete e di non facile utilizzo

Questi problemi rischiano di essere la rovina dell’Open Source. Per un semplice motivo: l’utente medio vuole seplicità. Io, quando accendo il computer, voglio avere un sistema operativo che faccia quello che voglio io come lo voglio io senza dover avere accanto a me o dovermi imparare a memoria una lunghissima sequenza di comandi ed istruzioni. E’ questa la grande intuizione che, venti anni or sono, ebbe la Xerox: creare una scrivania virtuale personalizzabile esattamente come quella del’ufficio. Tuttavia, gli sviluppatori di Unix, ragazzi cresciuti sul DOS, avevano nostalgia di quelle rotture di scatole come lanciare Windows da DOS, copiare files dal prompt e vaccate simili. Con windows bastano tre click e si possono spostare giga e giga di informazioni. E, anche, in maniera selettiva, senza troppi sforzi mnemonici.E’ questo il bello di windows: massimo risulatato con il minimo sforzo. Che sia l’unico OS capace di soddisfare queste esigenze, è un problema dei concorrenti che non sanno offrire le stesse cose. Va bene che Unix è quasi gratis, però ha degli incovenienti dei quali abbiamo parlato. Per non parlare della multimedialità e della serie di servizi che Microsoft offre. Live, ad esempio, ottimizzato per Internet Explorer oppure la grande multimedialità , la versatilità di utilizzo e la diversificazione del prodotto (per esempio, la gamma Windows XP con ben tre versioni tali da inventarsi interi settori di mercato). Per quanto riguarda Open Office, è obsoleto Semplicemente, Open Office è competitivo solo con MS Office 2000. E non è un gran che. Stante che Office 2003 costa un occhio, questo programma è dannatamente produttivo. E ad un’azienda importa questo: quanto in fretta può un lavoratore fare il lavoro che gli viene richiesto. Ed è per questo che Microsoft ha una marcia in più. Capitolo a parte per gli internet browsers. E’ uscito IE 7 ed metterà sotto scacco gli sviluppatori di Modzilla Firefox per un po’, visto quanto ci anno messo a rendere Firefox competitivo con IE 6. Comunque vada a finire, ci sarà da divertirsi. Il mercato del software è una guerra  che non ci riguarda direttamente: il risultato è che a vincere saremo noi con prodotti sempre più avanzati e, speriamo, a buon mercato. Ci sarà da divertirsi.

 

Annunci
3 commenti
  1. PerEnne permalink
    gennaio 5, 2007 9:26 pm

    ehi ma quanto sei complessa. ciao comunqe! con simpatia! Andrea

  2. PerEnne permalink
    gennaio 5, 2007 9:32 pm

    okey,scusa. Micol ha voluto leggere il tuo blog e ha detto che son stato maleducato. Siamo Micole Andrea due ragazzi che…
    vabbeh poco importa!
    Stai simpatico a Micol,la quale ha detto che avendo letto il tuo blog e visto che non è come i blog che abbiamo vistato oggi di ragazzine quindicenni con seri problemi ormanali vole dirti la verità.
    Cancella il commento precedente,per favore,è il commento standard che ANdrea scrive sui blog. Stiamo facendo una ricerca per..
    vabbeh…
    e l’obiettivo è diventare blogstar,abbiamo inziato oggi,e cavolo! mi son già venuti i rimorsi per il messaggio che ti ha lasciato Andrea!
    Scusa davvero.
    Però ora clicca. che mi sa ch el’obiettivo non riusciamo a raggiungerlo prima di raggiungere i 60 anni.
    Dai,che sei l’unico a cui abbiamo lasciato un messaggio sensato.

    Ciao
    Micol e Andrea

  3. Piccina87 permalink
    settembre 5, 2007 3:05 pm

    Sono d’accordo con te 🙂
    Giorgia ^^

I commenti sono chiusi.