Skip to content

Elesciondei 2006

aprile 11, 2007
366 giorni fa era lunedì. La cronaca di quello strano pomeriggio.
Elezioni. 15.00: chiudono i seggi. Iniziano i TG. Exit-poll: 50-54% Prodi, 45-49% Berlusconi. Strani personaggi incravattati blaterano. Avrebbe vino il centrosinistra. 16.30: secondo exit-poll. Stazionario. Vince il centrosinistra. Gli esponenti del centrodestra danno di matto. I nervi saltano. Altre chiacchiere. Il pomeriggio scorre. Il Paese aspetta. I dati non arrivano. Sono lenti. Sono scomodi? Prodi parla alle 18. No, alle 18.30. Parlerà. Prima proiezione. 15% dei voti al Senato. Centrosinistra +7 senatori. Il caos è generale. Pareggio, anzi no. Cicchitto è teso, La Russa pure. Violante no. Berlusconi tace. Il tg3 è schierato. Tabacci sta zitto. Il Viminale dice: 50.9% Prodi al Senato. Niente di nuovo. La Russa è convinto di vincere. Poverino. Pareggio? 1% agli altri. Chi sono? Intangibili entità 18.40 il Viminale ha scrutinato il 20% dei seggi. +4%. Campione attendibile? Bianco: pareggio improbabile. Borsa +1.04%. Impossibile la grande coalizione. Scrutinato il 30% delle sezioni. Quasi l’84% degli italiani ha votato. Terza proiezione. 55%. Quella buona. Pareggio. Sono cazzi. CDL 49%, Unione 50%. +7 seggi. Abbastanza? Forse. Non si rivoterà. La Camera non è stata scrutinata. Nessuna proiezione. Si continua a parlare. 4 ore di diretta TV. Si aspetta.
Annunci
One Comment
  1. corradovecchi permalink
    aprile 11, 2007 5:39 pm

    Io quel giorno non lo dimenticherò mai. Corra Vec

I commenti sono chiusi.