Skip to content

maggio 31, 2007
Futuro. Un lampo attraversa gli occhi di un bambino. Futuro, speranze e paure si mischiano. Sarà uomo. Ritrovo il futuro negli occhi di una donna che cerca suo figlio, nei gesti di un uomo che abbraccia il suo nuovo amore, nella vita che scorre oggi e che scorrerà domani nelle nostre vene. E di questo futuro non possiamo non occuparci: il passato ha lasciato la sua traccia indelebile nella nostra memoria, il presente ci abbandona, lasciandoci attimi trascorsi, si lascia vivere, donandoci emozioni. Ma il futuro è qualcosa di più. Dove saremo? Il tempo futuro penetra la nostra filosofia. Cosa saremo? Un dubbio atroce.
”History is an angel who walks back to the future”. La storia cammina all’indietro verso il futuro, lascia il conosciuto, il passato che ormai non saprebbe più dargli niente, se non memoria, e va, con passo incerto e lento, verso l’avvenire di tutti i giorni, un istante è già perso, quello dopo si perderà a breve. E noi non possiamo che attenderlo, senza conoscere cosa avverrà. Chi ci ha provato, ha sempre avuto danni enormi. Cosa accadrebbe se sapessimo il giorno della nostra morte, se non anticiparlo sempre di più morendo per la paura della morte stessa?
Il futuro è un sogno, il futuro è attesa. L’Amore non sa cosa vorrebbe da lei, da una ragazza i cui occhi ha incrociato per caso, eppure non è altro che un investimento. Ci guadagniamo la felicità, un momento non è mai bellissimo, un presente non è mai perfetto se sappiamo di un futuro infelice, un secondo successivo in cui speriamo in un ulteriore idillio porta al contrario un presente estremamente felice. Nel delirio della nostra vita, il termine ultimo è la speranza. Possiamo essere felici al presente, ma speriamo ancor più ardentemente in una felicità che scavalchi l’adesso, una felicità che sconfini nel domani, nel domani di oggi e nel futuro di domani.
Annunci
One Comment
  1. ilmassetano permalink
    maggio 31, 2007 9:23 pm

    bell’articolo e bella storia davvero. Diciamo che aiuta a pensare.

I commenti sono chiusi.