Skip to content

La truffa delle portaerei

giugno 12, 2007

aircraftcarrier1In estremo oriente esiste una nuova superpotenza militare: la Cina. Questa sta preparando due cacciabombardieri stealth e ha varato una portaerei nucleare. Il primo progetto è preoccupante, ma mai quanto il secondo: il governo di Pechino, infatti, avrebbe comprato dall’Ucraina la chiglia di una portaerei russa, la prima del programma di portaerei dell’Urss, mai completata, attraverso una società di Macao per farne un parco di divertimenti con casino e cose del genere. Le cose non sono andate esattamente così: infatti il mostro di acciaio opportunamente privato dei motori nucleari si è fermato in un cantiere navale del celeste impero e lì è stato completato. Il vascello così è stato varato e la Repubblica Popolare si è dotata di una portaerei nucleare del tutto analoga a quelle degli USA.

aircraftcarrier4

L’acquisto della nave è stato effettuato nel

1998 e, a causa di problemi e dubbi avanzati dalla Turchia riguardo al passaggio di tale vascello attraverso il Bosforo, il progetto è stato ritardato di due anni e la nave è stata completata nel 2005 e le èstato assegnato il nome di Varyag. Il problema è che nel contratto stipulato tra il governo di Kiev e la società di Macao era stato specificato che il vascello non doveva essere utilizzato per scopi militari. Siamo, quindi, davanti una truffa che ha permesso alla Cina di ampliare in maniera decisiva il suo raggio d’azione nel Pacifico e nel mondo. Siamo davvero sicuri di voler continuare a nutrire l’economia cinese e alimentare i propositi di conquista del mondo di questa nuova superpotenza?

Annunci

I commenti sono chiusi.