Skip to content

Rignano Flaminio

luglio 28, 2007

Rignano Flaminio è una cittadina come tante altre. Dove si sa tutto di tutti e dove, spesso, è meglio farsi i fatti propri. Solo che, a volte, le cose non vanno proprio così. Ecco che, spesso, i nodi vengono al pettine. Una scuola materna diventa uno studio di produzioni pedopornografiche. Cosa succede? Succede che questa maestra è anche moglie di un autore televisivo. Non può un professionista qualificato commettere tali oscenità. Ecco che, notizia di poche ore fa, una bambina parla. Nell’inicidente probatorio, questa creatura riconosce i propri aguzzini e mima i giochi che venivano fatti con i peliches. La cronaca è questa. Tuttavia, un sacco di gente non crederà a questa bambina e preferirà credere che tutto va bene. Anzi, i piccoli abusati sono tutti pazzi e i giudici, gli psiciatri etc. sono solo cialtroni con un pezzo di carta in mano. Beata ipocrisia.

Annunci
One Comment
  1. VogliaDiCaffe permalink
    luglio 31, 2007 2:16 pm

    io credo che è impossibile che i bambini abbiano inventato tutto….le versioni non potrebbero mai combaciare…
    credo che se son colpevoli, gli insegnanti o chi per loro, dovrebbero essere appesi in piazza, ad una corda…e soprattutto prima di cominciare a farli penzolare, un bel linciaggio lo farei volentieri…
    i bambini non si toccano…
    punto e basta!

I commenti sono chiusi.