Skip to content

Morte di Enzo Biagi

novembre 6, 2007
La morte di Enzo Biagi lascia un vuoto incolmabile nel mondo dell’informazione italiana. Biagi è stato un grande giornalista. Indipendente, integerrimo ma, soprattutto, umano. A me piace ricordarlo nel candido e do studio  dell’ultima edizione di Rotocalco Televisivo. Ancora una volta lì, a raccontarci di un’Italia che cambia. Voglio, soprattutto, far tornare alla  mente la prima puntata del suo ultimo RT, dove si parlava di resistenza. La resistenza dei partigiani italiani alla ricerca della libertà e quella degli italiani alla ricerca di un finemese che non arriva mai. Commovente nell’essenzialità e nella semplicità del racconto. Inchiesta sensibilissima nella sua umanità, introdotta dal suono solenne di una big band sulle cui note scorrevano parole come "integrità" e "indipendenza". Le parole chiave per chi vuole informare e far capire alla gente comune le cose che succedono nel mondo.  L’informazione è una cosa seria e Biagi ce lo ha sempre ricordato.


Advertisements
One Comment
  1. lavinza permalink
    novembre 6, 2007 3:48 pm

    ma se anche biagi fosse stato “di parte” il vuoto sarebbe meno incolmabile?
    credo di no.

    lascia un vuoto nella società prima che nell’informazione.

I commenti sono chiusi.