Skip to content

Beatrice Borromeo?

giugno 7, 2008

Avete visto la serie di sketch che ha fatto la rampolla bocconiana da quella piazza dell’hinterland napoletano? Beh, ecco, lavoro come un mulo tutta la settiamana, studio come un assatanato per arrivere lì e lei, solo perchè è figa e si chiama Borromeo, è lì ogni giovedì sera a trapanarci la minchia con quel suo modo di fare così radicalchic. Ma Santoro, non poteva scegliere qualcuno di meglio? Credo di no perchè, forse, lei è il meglio a disposizione. Si chiama Borromeo, e tutti vogliono vedere cosa è in grado di fare una Borromeo. Tutti faranno il discorso che ho fatto finora: chi cazzo è? Mi sa che è lì solo per il cognome! Seguito dallo stupore di rendersi conto che costei altro non è che una specie di Robin Hood mediatico con quel suo tono fintocomprensivo che piace tanto alle persone. Poi è una VIP, rampolla di una tra le famiglie più nobili d’Europa, quindi, un certo tipo di pubblico sarà attratto più da lei in quanto tale che dalla trasmissione di Santoro. Operazione geniale non c’è che dire. Perchè ne parlo ora? Perchè mi ha colpito come, nonostante sia sulla scena da un anno, alla prima esterna della sua vita si sia trovata in estrema difficoltà, quando, invece, una studentessa altrettanto carina, anche lei con un passato da modella e con una professionalità sviluppata in anni di studio nel settore dei media e del giornalismo avrebbe fatto una figura più egregia. Show’s show e ha le sue dinamiche. Però spettacolarizzare troppo l’informazione ha un costo e, quando si parla di un tema così delicato come quello dei rifiuti, meglio andarci piano.

Advertisements

I commenti sono chiusi.