Skip to content

Teoria di dubbi

giugno 29, 2008

Non so più cosa raccontare. Non è per vittimismo, ma è una semplice mancanza di creatività, creatività che è sparita e si è nascosta. O si è trasformata? Io, non lo so. Quello che so è che al Liceo riuscivo a scrivere di tutto, racconti, poesie. E mi sono tolto qualche soddisfazione, come quando, una volta, unico della mia scuola e contro ogni sensato pronostico, ottenni un gran bel secondo posto ad un concorso indetto da una Loggia di Follonica. Ma si tratta di piccole, poche cose. Avevo iniziato a scrivere qualcosa, ma questo qualcosa giace sul mio hard disk da Dicembre. In attesa di scoperte. Quello che vorrei fare è semplice: vorrei occuparmi di persone che agiscono insieme. Solo che me le devo inventare, devo lavorare sui personaggi, scavare su di loro. E, quando ce li ho, perchè magari, affronto un mito, ecco che non riesco ad aggiungere nulla di nuovo anche perchè, spesso, non so cosa aggiungere di nuovo. Mi sfugge qualcosa. Mi sfugge molto. Forse non credo più in me stesso, forse ho qualche dubbio di troppo. Forse, semplicemente, evitando la sezione narrativa delle librerie mi tolgo un sacco di opportunità di riflessione. Credo che si tratti di questo. O forse dovrei riprendere un po’ di letteratura greca, leggere di filosofia. Cosa so, cosa non so? Boh, oggi ho scritto che l’Expo 2011 si sarebbe tenuta a Indianapolis, mentre l’Esposizione Universale si svolgerà nel 2010 a Shanghai. Ecco, in questa vaccata c’è forse il fatto che non riesco a capire il mondo che mi circonda, nonostante i miei studi e le mie riflessioni. Forse, non capisco quello che c’è intorno a me o non sono più in grado di comprenderlo. E’ un bel casino.

Annunci

I commenti sono chiusi.