Skip to content

Lotta continua

ottobre 15, 2008

Quando quaranta persone invadono una facoltà qualcosa non torna. Sono due giorni che tira aria di occupazione al Polo delle Scienze Sociali di Firenze e oggi, quest’aria, si è concretizzata nel peggio. Una minoranza organizzata ha preso il controllo del presidio del Consiglio di Facoltà di Scienze Politiche e ha occupato il D5 dove hanno sede gli uffici del Cesare Alfieri insieme alle stanze dei dottorandi, ventre molle dell’Università. Non è chiaro se l’occupazione si estenderà agli altri edifici del Polo di Novoli anche se le esigue forze su cui possono contare i Collettivi e gli Studenti di Sinistra lasciano intendere che la protesta rimarrà lì. La giornata di oggi ha lasciato, in chi l’ha vissuta, una grande amarezza.  Grande amarezza soprattuto perchè non è accettabile essere succubi di una chiassosa minoranza. La lezione che stavo seguendo è stata sospesa tra le proteste di chi ha un affitto che continuerà a pagare a prescindere da qualsiasi occupazione. Da segnalare che in assemblea è stato strappato il microfono ad un’esponente di Lista Aperta. Così non si fa.

Advertisements

I commenti sono chiusi.