Skip to content

Strage a L’Aquila: fuori i responsabili

aprile 6, 2009

Non è per fare sciacallaggio su una tragedia immane come quella dell’Aquila, però, quando sui siti internet di metà dei giornali italiani ho trovato scritto che la tragedia si poteva prevedere, mi vengono i brividi lungo la schiena. Come mai un allarme, venuto non da Topo Gigio, ma da un tecnico dello Stato è stato inascoltato? Quante tragedie del genere si sarbbero potute evitare?

Secondo: laggiù è crollata una casa dello studente e l’edificio della Prefettura. Com’è possibile che edifici pubblici non siano capaci di reggere all’urto di una scossa che, certamente, è stata violenta. Però, forse, se le costruzioni fossero state costruite con criterio, rabbero ancora lì.

Ora, non voglio fare sciacallaggio nei confronti di nessuno Però comincio a trovare intollerabile che ogni 10-15 anni, nel nostro paese, dobbiamo assistere a tragedie del genere. Vorrei sapere se anche in Giappone i terremoti uccidono così tanto. Qualcuno ha delle responsabiltà. Speriamo che ne risponda.

Annunci

I commenti sono chiusi.