Skip to content

Pd Massa Marittima: la pacchia è finita?

aprile 29, 2010

Esiste un detto, piazze piene urne vuote. Noi del Pd l’abbiamo imparato nel 2007, Massa Comune non lo ha ancora capito. Continua a vatarsi delle sue visite che, dati alla mano, significano meno di niente. Infatti, il Pd, dalle nostre parti, è ancora al 51%, maggioranza assoluta. Fine della storia, o quasi.

Onestamente, sono preoccupato dalla crescente sicurezza che quell’aborto di movimento d’opposizione, Massa Comune, manifesta. Questi, signore e signori, credono seriamente di sapere come si manda avanti una città. Poco importa se non ne sono capaci, poco importa se un loro conisgliere comunale deve sguinzagliare suo padre per difendersi dalle mie domande da modesto blogger. Loro ci credono, loro vogliono vincere e non sono convinto che la loro vittoria sia un bene per la nostra città. Anzi.

Dall’altra parte, il vuoto. Il silenzio. Qualche tempo fa, mi era stato chiesto di cominiciare a costruire una specie di movimento di opinione a favore della attuale giunta. Ho provato a farlo e non ne sono rimasto soddisfatto. Forse, ho sbagliato a chiudere subito. Forse, il Pd non ha sostenuto il progetto abbastanza. Certo è che, nonostante avessi lanciato la notizia ovunque, non c’è stato un grande entusiasmo intorno a questa iniziativa. Ma non si tratta solo di questo. Approfitto per porre qualche domanda: quand’è l’ultima volta che si sono riuniti i giovani democratici? A quando risale l’ultima assemblea degli iscritti, ma, soprattutto, quando è fissata la prossima riunione? Per la prossima campagna elettorale? Certo che con queste premesse ci vuole un certo stomaco a rinnovare la tessera. Infatti, per ora, non so se la rifarò.  Obiezione: comodo criticare da fuori. Vero, ma se la mia tessera se ne va, un motivo c’è: o il partito ricomincia a fare il suo mestiere, cioè, discutere con gli iscritti, selezionare la classe dirigente etc. etc. o diventerà difficile pensare ad un dopo Bai.

Il centrodestra non sta meglio. Anzi, guardando come si è ridotto rialzati massa, abbiamo un’idea delle scarse ambizioni del PdL massetano. Invece, di loro ci sarebbe un grande bisogno. Finchè le critiche si fermano al bar sport, il Pd può pensare di sopravvivere. Discorso diverso se c’è un pungolo che incalza non solo su problematiche contingenti, ma sulla visione di Massa Marittima nei prossimi 50 anni. Se il primo partito nazionale non riesce ad attecchire nel nostro territorio e non riesce ad esprimere niente che vada al di là delle battute dei compagni di opposizione, il bar sport, abbiamo un deficit democratico. Verniani, datti una mossa.

In questo scenario, naturalmente, il centrosinistra è relativamente tranquillo. Unico baluardo in grado di reggere le sorti del nostro comune. Purtroppo, in questi mesi, sembra esseresi seduto, sembra sia occupato soltanto a mantenere il potere. In campagna elettorale ho sostenuto Lidia Bai. Sarei pronto a rifarlo. Tuttavia, il centrosinistra deve tenere presente che o si cambia passo, o il Pd si ricorda di fare il proprio mestiere, o il voto di protesta rischia di distruggere quel poco che è rimasto in piedi. Di Massa, e non solo.

Annunci
4 commenti
  1. Amedeo Zappi permalink
    aprile 30, 2010 1:43 pm

    Caro Francesco, concordo perfettamente con quanto hai scritto (con Gino ne parliamo spesso) e capisco perfettamente il tuo sfogo, lasciatelo dire da chi come me ha dedicato molto tempo al partito (DS) e che sperava molto nel PD con il rinnovamento dei dirigenti e con l’ingresso di molti giovani. Ho provato a sollecitare incontri ma sembra che la cosa, passate le elezioni di giugno 09 non interessi più. Ad una delle ultime riunioni del direttivo 27 luglio 2009 (quasi un anno fa) ho chiesto le dimissioni di Isabella e Niccolò visti i nuovi incarichi assunti, ancora attendo…… mi sembra evidente che le riunioni del PD ad oggi si facciano solo in giunta sotto il controllo di Luciano. Pazienza.
    Auguri e complimenti per oggi
    Amedeo

  2. maggio 1, 2010 7:54 pm

    Onestamente, non credo sia un problema di doppi incarichi. Il problema, semmai, è trovare un modo per rendere responsabili il gruppo di dirigente del partito nei nostri confronti. E questo lo possiamo fare solo noi, simpatizzanti ed elettori.

  3. Amedeo Zappi permalink
    maggio 4, 2010 1:31 pm

    Gli stimoli e le critiche agli assessori, finalizzate ad un lavoro collaborativo, una volta partivano dal segretario , dalla segreteria e dal direttivo che facevano proprie le osservazioni degli iscritti. Oggi…………………

Trackbacks

  1. Tweets that mention Pd Massa Marittima: la pacchia è finita? « Il diserbante 2.0 -- Topsy.com

I commenti sono chiusi.