Skip to content

Il TGT sul Corriere Fiorentino. Chi ci guadagna?

giugno 28, 2010

Mentre ero in ufficio,del ho visto una cosa che mi ha fatto letteralmente saltare sulla sedia. Il Corriere Fiorentino ospita contenuti provenienti dal TGT. Però, prima che si aprano i servizi di Isabella d’Antono & Co. appaiono degli spot che niente hanno a che fare con quelli delle TV del gruppo Poli. Quello che mi piacerebbe capire è come funziona quest’operazione che, di sicuro, è tra le più interessanti che la Toscana offra in quanto si tratta delle prime autentiche prove tecniche di convergenza multimediale tra gruppi editoriali delle quali ho notizia in Regione. Solo che non capisco una cosa. Onestamente, non credo che quella pubblicità basti a coprire il valore dei contenuti del TGT. Di conseguenza, mi chiedo chi li paghi, questi servizi. Se li comprasse il Corriere Fiorentino, forse, farebbe bene ad interrompere l’accordo. Se Italia 7 li utilizzasse come uno spot in Rete, forse,rischierebbe, nel lungo periodo, di svalutare il prodotto giornalistico. Il perché è molto semplice: a me, potenziale inserzionista, interessa finanziare un prodotto che può essere visto gratis, tra l’altro, su un’altra piattaforma? C’è un perché se le TV odiavano YouTube, un tempo.

Annunci

I commenti sono chiusi.