Skip to content

Se Borghi va cacciato, che almeno sia trovata una scusa decente

settembre 9, 2010

Su Facebook ho fatto questa domanda al Sindaco di Gavorrano:

Caro Massimo,

ho il sospetto che la tua defenestrazione non sia solo una questione politica. Il fatto che la tua giunta sia caduta su un’ordinanza riguardo i videopoker dimostra che la vera questione è un’altra e che, anche dalle nostre parti, sembra che il governo del territorio non sia una prerogativa dei partiti, ma di qualcun’altro. E’ una mia impressione o anche tu hai percepito qualcosa del genere?

A questo, Borghi ha risposto:

Penso che quello che dici sia una parte della questione,certamente non secondaria.

L’aspetto che la giunta gavorranese sia stata sfiduciata in base ad un’ordinanza contro il gioco d’azzardo apre inquietanti interrogativi che nessuno, in Provincia, sembra in grado di porsi. I videopoker sono giochi pericolosi. Molte famiglie sono state rovinate da queste macchinette infernali. Da un’amministrazione di sinistra, ci si aspetterebbe che al tema venisse data attenzione. No che si rispondesse con una sfiducia. Da qui, la domanda: è davvero la sfiducia di Borghi un atto politico sensato o può, questo, essere letto come un favore ad amici non proprio presentabil?

Annunci

I commenti sono chiusi.