Skip to content

#Elezioni, la notte elettorale dal quartier generale di Letizia Moratti

maggio 16, 2011

A due passi da me, è riunito il comitato elettorale del sindaco uscente di Milano. L’aria, tra i supporter del sindaco uscente, è pesante. I giovani per l’expo (lista che sembra assestarsi allo 0,2%) non sono molto soddisfatti. Ma, ancora più preoccupante, il silenzio di Letizia Moratti. Per ora, hanno parlato solo personaggi secondari. Alla quarta proiezione l’on. Laura Ravetto  ha parlato di “risultati incerti” ed ha sostenuto che parlerà solo a risultati certi.

Alle 21 di lunedì, a risultati consolidati, a parlare è Mariolina Moioli, responsabile di Milano al Centro che propone di “riflettere sulla campagna elettorale”. Ma non solo. Ad una cronista di una TV privata che chiedeva se era il caso di “riflettere ui cambiamenti della città,  la signora Moioli ha risposto che “quando si riflette, si riflette su tutto”.

Intanto, tra i giornalisti in sala stampa si moltiplicano le analisi. I grandi network hanno smontato le postazioni. Solo Sky manitene una telecamera, pronta ad andare in onda. Ma, accanto a questo, aumenta lo sgomento nei confronti di una Letizia Moratti che, ancora, non parla, lasciando da soli i suoi militanti che, ci dicono a microfoni spenti avrebbero bisogno  di vedere di che pasta è fatta il sindaco uscente.

Ma queste sono solo parole. Da domani, a Milano, comincerà la vera campagna elettorale. Per la prima volta, nella Seconda Repubblica, il centrodestra si trova ad inseguire. Basterà l’interventismo di Silvio Berlusconi a salvare Letizia Moratti? Per ora, sembra di no.

Advertisements

I commenti sono chiusi.