Skip to content

Adesso condannate anche me

maggio 26, 2011

ROMA, 26 MAG- Il giornalista e blogger Carlo Ruta, che vive a Ragusa, è stato condannato in appello a 150 euro di ammenda per il reato di “stampa clandestina” previsto dalla legge sulla stampa del 1948. La sentenza della prima sezione penale della Corte di Appello di Catania è stata pronunciata il 2 maggio scorso, ma se n’é avuta notizia oggi. La sentenza conferma la condanna di primo grado pronunciata dal giudice Patricia di Marco del Tribunale di Modica il 9 maggio 2008 in seguito ad una denuncia dell’allora procuratore della Repubblica di Ragusa, Agostino Fera, che si riteneva danneggiato dall’attività del blog di Ruta

Questo è il testo dell’agenzia che mi è appena arrivata in redazione. Non ho la più pallida idea del perché quel PM si sia sentito “danneggiato” dal blogger condannato. Io non commento, ma, in questo momento, avrei molta, moltissima voglia di andare in Procura ed autodenunciarmi.

Annunci

I commenti sono chiusi.