Skip to content

Se ho capito bene quello che sta succedendo, siamo nella cacca fin sopra i capelli

agosto 12, 2011

Un paio di scuse

Sono in vacanza, mi informo il giusto e sto scrivendo questo post come una specie di campagna di crowdosurcing per cercare di capire cosa ca*** sia successo nelle ultime tre settimane

Cosa ho capito io

Ad un certo punto, i mercati si accorgono che, oltre a Grecia, Spagna, Portogallo e Irlanda, anche noi potremmo avere qualche problema. Lo sappiamo dall’ultimo downgrade, quello de 19 Ottobre (il mio compleanno…) 2006 quando, governo Prodi II in carica, Fitch ed S&P abbassarono il nostro rating ad AA-. La legge finanziaria viene approvata in fretta e furia e tutto, per un po’ fila liscio. Nel sottofondo, però, c’è un rumorino. Gli USA, con un debito da guerra mondiale, senza la guerra mondiale (così lo definì Newsweek qualche anno fa in un articolo che si chiedeva se gli Stati Uniti fossero al declino) devono trovare un modo per chiudere il bilancio. I Tea party non vogliono più debito pubblico. I democratici vogliono più debito pubblico per sostenere l’economia e pagare l’assistenza sanitaria pubblica. La Camera è repubblicana, mentre Presidente e Senato sono democratici. Questo provoca uno stallo che peggiora (di poco) il voto in pagella degli Stati Uniti. Le borse vanno nel panico. L’oro arriva a 1800$/Oz. (o giù di lì) e non sembra aver voglia di scendere. Panico generalizzato e, soprattutto, terrore in Europa, con la Francia che è a crescita zero, con un debito che sta schizzando alle stelle e la sua “tripla A” in forte discussione. Noi la “tripla A” non l’abbiamo da un pezzo, ma perdere la  nostra “A+” sarebbe un disastro. Quindi si arriva alla manovra in discussione in questi giorni, della quale non ho capito granché a parte il fatto che,  forse, mio padre, andrà più tardi in pensione.

E’ corretta la cronaca che ho fatto di questi giorni?

In caso la risposta sia “sì”, ho l’impressione che stiamo per affrontare il peggio della crisi. Zero investimenti pubblici (colpa del debito) e sistema finanziario bloccato  (i titoli di stato sono pericolosi, la borsa lo stesso, le obbligazioni delle imprese non sono granché) da soli bastano a bloccare un sistema economico. Non voglio essere troppo pessimista, ma l’unica economia più o meno sana del mondo, quella cinese, ha appena varato una portaerei (la Vayrag), non dopo aver diffuso un comunicato contro gli americani che recita più o meno così “se non pagate i debiti che avete con noi, manderemo gli ufficiali giudiziari a pignorare un po’ del vostro territorio”. Ma l’ONU non ha ufficiali giudizari…

Advertisements

I commenti sono chiusi.