Skip to content

Spocchiosamente e in modo piuttosto arrogante: no #nofreejobs

dicembre 9, 2012

Sono in redazione, su Facebook, in tranquillità (relativa, perché da fare c’è sempre) e mi trovo, su Facebook, postato questo status:

La Redazione di Grosseto Notizie ricerca collaboratori dalla provincia di Grosseto.Si richiede passione per la scrittura e capacità di rielaborazione. La collaborazione al momento non prevede compenso.Per informazioni e candidature inviare una mail a: roberto.lottini@grossetonotizie.com indicando la categoria prescelta e le eventuali esperienze. http://goo.gl/YC69y

Ora, sono cresciuto con l’idea che per un lavoro si debba ottenere un compenso e che, guarda caso, scrivere articoli

giornalistici, ad un lavoro ci assomiglia molto da vicino. Per cui, quando leggo questo status, letteralmente, perdo le staffe di brutto. Commento (non ricordo se ho usato la parola delinquenti o vergogna o entrambe, ma il senso del mio commento quello è) e vengo contattato dallo staff che cura il profilo.

La conversazione, dal mio punto di vista è surreale: un sito che non produce utile (perché l’ economia Provincia di Grosseto non può sostenerlo) cerca di espandersi visto che non riesce a coprire tutto il territorio. Per questo, cerca corrispondenti che lavorino gratis.

Chi sta su Internet, di storie del genere, ne può raccontare a centinaia. Il fatto che sia facile mettere su un sito e che ci sia, a disposizione, un sacco di manodopera disposta a lavorare gratis fa sì che queste realtà proliferino, mettendo in seria difficoltà i pochi enti seri che pagano.

La domanda che pongo ai pirla che scrivono gratis per testate online è: “Ma chi ve lo fa fare?” Quello che chiedo a chi gestisce quel sito è: “Perché scrivete un annuncio del genere chiedendo a sprovveduti di lavorare gratis?”

I commenti sono aperti per le risposte di chi gestisce quel sito. Solo, una cortesia, evitate di usare l’argomento della “passione e dei sacrifici” perché è la volta buona che vi faccio un culo così.

Mi scuso per aver dato del delinquente a chi gestisce il sito. Tuttavia, spero in una loro risposta, visto che per ora preferiscono esprimersi in privato.

Annunci

I commenti sono chiusi.