Skip to content

Gianni Cuperlo, tutti i retroscena verificati del suo addio al Pd

gennaio 21, 2014
Gianni Cuperlo - Via Lettera43

Gianni Cuperlo – Via Lettera43

La mistica del marxismo

La raccontano così: Gianni Cuperlo ha passato la notte a rodersi il fegato chiedendo al ritratto di Massimo D’Alema messo accanto a quello di Berlinguer, proprio sotto quello di Togliatti che, a sua volta, sta sotto quello di Gramsci cosa fare. “Perché non mi parlate? Datemi un accidenti di consiglio, accidenti!”. Fu così che un fulmine entrò in casa e animò il bustino di Carlo Marx che, con accento tedesco, disse al buon Gianni: “Il partito è difentato un’agenzia della borghezia: defi lasciare, defi lasciare!”.

Moglie incazzata

Altre versioni prescindono completamente dal lato marxistico-mistico e parlano di una moglie stufa marcia del buon Cuperlo e delle sue lamentele che avrebbe imposto questo diktat: “O te ne vai, o lasci il Pd oppure col cavolo che ti riparo la Vespa, imbianco casa e cambio il neon della cucina perché mentre tu giochi a fare il piccolo  Lev Trotsky rompicoglioni del Nazzareno, c’è una casa da mandare avanti e, secondo te, chi la manda avanti? Io, capito? Quindi, se non vuoi ritrovarti senza Vespa, senza luce in cucina e con l’appartamento grigio perché non è stato imbiancato, piantala con queste stronzate e dammi una mano!”. Alle minacce della moglie, Cuperlo ha guardato la sua laurea al Dams di Bologna e capito che, se si fosse laureato in filosofia, forse, almeno, avrebbe imparato a cambiare una lampadina.

Marxisti su Marte

Altri ancora, parlano di un incarico che gli avrebbe offerto l’agenzia spaziale russa fondamentale. Da Star City, a Mosca, sarebbe arrivata una richiesta che nessun marxista avrebbe potuto rifiutare: conquistare Marte e trasformarlo nella nuova Unione Sovietica. Per farlo, servivano leader nella burocrazia di partito. Questo, significa che, insieme ad altri funzionari provenienti dai cinque continenti, Gianni verrà lanciato e, dopo un anno di viaggio, atterrerà su Marte e si dedicherà alla fondazione della monumentale capitale del nuovo impero rosso: Cueperlograd.

Annunci

I commenti sono chiusi.