Skip to content

Caos-Roma, la vera domanda non è se il Pd vincerà le elezioni ma se ha voglia di farlo

ottobre 30, 2015
tags: , , ,

La maggior parte degli analisti politici da stasera si focalizzerà soltanto su una cosa: sulla percentuale che prenderà il Pd (insieme alla coalizione di centrosinistra) alle prossime elezioni romane. Il punto è che sbagliano tutti clamorosamente. Per due motivi. Il primo è che le coalizioni ancora sono da fare e non è scritto da nessuna parte che, per esempio, Marchini non trovi un accordo qualsiasi con il Pd. Il secondo è la legge elettorale dei sindaci che prevede i due turni. Non ho ancora visto una simulazione in questo senso. Ma se diamo retta a Giornalettismo (che ha fatto una media tra i vari sondaggi che circolano in giro per i media italiani) scopriamo, sorprendentemente, che se la sinistra si alleasse al centro sarebbe – clamorosamente – ancora in corsa. E’ vero che al ballottaggio i grillini potrebbero convincere qualcuno di destra. Ma non è questo il punto. Il punto è che se fossi nella segreteria del Pd nazionale e Renzi mi chiedesse che fare, io gli risponderei in modo secco e tassativo: “fai di tutto per perdere”.

 

I sondaggi di GIornalettismo

Per quanto sia solo uno scenario da fantapolitica, io credo che a Roma il Pd non voglia vincere le elezioni. Sono troppe le cose che non vanno nel partito a Roma e Fabrizio Barca lo sa molto bene (anche se il suo rapporto è visto con qualche sospetto anche nella segreteria Renzi). Per questo potrebbe essere l’occasione giusta per azzerare tutto, finire di ripulire il partito e ripresentarsi nel 2021. In fondo, per quanto simbolica, Roma è sempre e comunque solo una città nella quale vivono grosso modo tre milioni di abitanti: il 5% circa della popolazione italiana. Sarebbe uno smacco, ma se è vero che l’orizzonte di Renzi è il 2018, allora è accettabile sacrificare Roma, sperando che i pentastellati governino male per ripresentare il partito pulito e purificato da una dura e umiliante legislatura di opposizione.

Aggiornamento delle 9.10 del 31 ottobre: Alfio Marchino si candida per Forza Italia. Il Pd é spacciato e io ho scritto una serie infinita di cazzate.

Annunci

I commenti sono chiusi.